Sono il mio posacenere

Ti parlo
La giornata è andata bene
L’acqua era fresca
Il volo costa troppo
Lo so che non puoi venire
Devo ancora passare al supermercato
Non scrivo più
Sono incerta sul futuro
ma lo aspetto
Che cos’è l’amore/?
Forse un prurito
-Ma tu non ascolti
Sei altrove
Ho comprato dei pennelli, riprendo a dipingere       
Non passa niente alla tv
Cosa fai stasera?
Sei felice?     
Io parlo
Ma tu non ci sei
È una malattia
Una brutta abitudine, come una sigaretta
Ti parlo e sento i polmoni pesanti
Sono il mio stesso posacenere
So di aspirare catrame
Per ottenere solo fumo
Sembra denso
ma poi si perde

Come te

Un pensiero su “Sono il mio posacenere

  1. Sarasvati ha detto:

    Se non ti conoscessi penserei a grandi menti e grandi sensibilità e grandi penne. Ma ti conosco, ed è ancora meglio. Sei grandissima, sei bellissima

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...